Connettiti con noi

Basket

La battaglia di Kawhi Leonard contro la Nike

Avatar

Published

on

Advertisements
Advertisements

La battaglia di Kawhi Leonard contro la Nike

La Stella dei Toronto Raptors, Kawhi Leonard ha fatto causa alla Nike per riavere i diritti sul Logo “Klaw” da lui creato.

Impegnato nelle NBA Finals contro Golden State, Kawhi Leonard sta battagliando anche in tribunale. Leonard ha infatti intrapreso una causa contro la Nike per riprendere il controllo del logo “Klaw” da lui creato anni fa.

Nel 2011 dopo essere appena stato draftato dalla NBA, Leonard creò disegnandolo personalmente il suo logo con elementi personali e unici riconducibili solo a lui. 

Alcuni anni dopo, come parte dell’accordo di sponsorizzazione con la Nike da lui firmato, Leonard ha acconsentito a far utilizzare quel logo alla Nike su una parte del merchandise mentre lui avrebbe continuato ad utilizzarlo per altre cose extra-Nike.

Qui però la marca col baffo ha cercato la mossa a sorpresa presentando la richiesta al tribunale per registrare il logo sotto proprio copyright e come unico creatore e ideatore. Non solo perchè la Nike ha diffidato Leonard dall’utilizzare il logo anche solo per fini benefici e campi estivi per bambini.

Nel frattempo l’atleta ha cambiato sponsor-brand passando alla New Balance che ha cominciato a definirlo il “King of The North” giocando con la serie TV “Game of Thrones” e col fatto che lo slogan dei Raptors è “We the North” stampato sulle magliette.

Ora la palla passa al giudice che deve decidere se dare seguito alle richieste di Leonard di venir riconosciuto come unico ideatore, creatore e disegnatore del logo “Klaw”, annullando di fatto la registrazione del logo al Tribunale da parte della Nike e restituendo la proprietà al legittimo proprietario. Leonard ha portato come prova le bozze originali di quasi un decennio fa precedenti della stipula del contratto con la Nike.

Nato a Roma nel 1990, anno dei Mondiali Italiani, nella culla dovetti subire le urla dei miei genitori per le reti di Schillaci in quelle famose "notti magiche". Giornalista iscritto all'albo, laureando in legge, opinionista televisivo, ho anche un trascorso da cestista. Appassionato di sport a 360º, da sempre la mia più grande passione è la scrittura, ragione per cui ho intrapreso questo mestiere così affascinante. Sono "ossessionato" dalla ricerca della verità, lo studio dei dettagli, l'inchiesta.

4 Commenti

4 Comments

  1. Avatar

    angelo

    Giugno 8, 2019 at 8:20 pm

    Se le cose stanno come riportato,per questa porcata la nike dovrebbe essere abbandonata da altri atleti7e immagine,una volta tanto sarebbero gli atleti ad abbandonare lo sponsor e non viceversa,come accade spesso a seguito di comportamenti lesivi dell’immagine (dello sponsor in questione).

  2. Avatar

    angelo

    Giugno 8, 2019 at 8:22 pm

    Se le cose stanno come riportato,per questa porcata la nike dovrebbe essere abbandonata da altri atleti/e immagine,una volta tanto sarebbero gli atleti ad abbandonare lo sponsor e non viceversa,come accade spesso a seguito di comportamenti lesivi dell’immagine (dello sponsor in questione).

  3. Avatar

    angelo

    Giugno 9, 2019 at 3:38 pm

    Se la nika ha fatto ‘sta porcata,merita d’essere abbandonata da altri atleti/e d’alto livello.

  4. Avatar

    angelo

    Giugno 9, 2019 at 3:39 pm

    ok,ho esagerato,ne bastava uno (di commento)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − cinque =

Sito web realizzato da Why Not Web Communication | IoGiocoPulito.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma - Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 - Direttore Responsabile Antonio Padellaro | Società Editrice Io Gioco Pulito srls | Mail: redazione@iogiocopulito.it |