Connettiti con noi

Calcio

Il Milan e il solito problema con il Fair Play Finanziario

Avatar

Published

on

Advertisements
Advertisements

Il Milan e il solito problema con il Fair Play Finanziario

A 7 giornate dal termine del campionato di serie A con una lotta quarto posto più viva che mai, il Milan per colpa dei conti in rosso rischia l’esclusione dalle coppe e anche dalla Champions qualora sì qualificasse. La camera di investigazione della UEFA ha infatti deferito la società rossonera alla Camera Arbitrale perché non è riuscita a rispettare il pareggio di bilancio durante il periodo di osservazione 2018/2019 riguardante gli esercizi nel 2016, 2017 e 2018.

.
In una nota la UEFA ha voluto specificare che il deferimento non riguarda la decisione presa dalla Camera Arbitrale a dicembre 2018, perché quella era relativa al periodo di osservazione precedente ovvero 2015, 2016 e 2017. Quella decisione infatti è attualmente ancora oggetto di appello al TAS.
.
.
Già col primo deferimento arrivato la scorsa estate si era deciso di escludere il Milan dall’Europa League per la stagione 2018/2019. Esclusione che il tribunale di Losanna aveva giudicato eccessiva tramutandola in una sanzione di 12 milioni di euro, più la confisca dei proventi dell’Europa League e la restrizione della rosa Europea a 21 giocatori per 2 anni.
.
Questo nuovo deferimento, si raccoglie da fonti vicine a Milanello, non avrebbe colto di sorpresa i vertici rossoneri.
.
Se da una parte il Milan ha ancora l’appello del primo deferimento in corso a cui, tra l’altro, perdendo si potrà appellare di nuovo stavolta al TAR svizzero di Losanna, dall’altra c’è la volontà di far rispettare maggiormente il FPF,  anche dopo richiesta di alcuni club europei  – tra cui la Roma con una lettera firmata dal Presidente James Pallotta – su quali siano poi effettivamente i vantaggi nel rispettare il fair play finanziario visto che nessuno viene escluso ma al massimo si viene sanzionati con una multa, e per bocca di Gianni Infantino passare alla fase 2 anche se ancora non si capisce quale sia e in cosa consista.
.
Un muro contro muro che può scatenare una guerra che porterà inevitabilmente ad un epilogo: o si cominciano ad escludere le grandi squadre che non rispettano le regole dalle competizioni europee e si fa funzionare la macchina Financial Fair Play oppure, questa è la speranza dei grandi club, ci sarà un prematuro tramonto di questo sistema che prevede il pareggio di bilancio segnando l’ennesima sconfitta della Uefa e del calcio.
.

Nato a Roma nel 1990, anno dei Mondiali Italiani, nella culla dovetti subire le urla dei miei genitori per le reti di Schillaci in quelle famose "notti magiche". Giornalista iscritto all'albo, laureando in legge, opinionista televisivo, ho anche un trascorso da cestista. Appassionato di sport a 360º, da sempre la mia più grande passione è la scrittura, ragione per cui ho intrapreso questo mestiere così affascinante. Sono "ossessionato" dalla ricerca della verità, lo studio dei dettagli, l'inchiesta.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − due =

Sito web realizzato da Why Not Web Communication | IoGiocoPulito.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma - Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 - Direttore Responsabile Antonio Padellaro | Società Editrice Io Gioco Pulito srls | Mail: redazione@iogiocopulito.it |