Il Voluntari è la squadra rivelazione del campionato rumeno. Fondata appena 7 anni fa adesso si ritrova in Europa League grazie alla vittoria della Coppa di Romania e per affrontare la sfida internazionale ha deciso di affidarsi ad un giovane, ma navigato, direttore sportivo italiano: Gianluca Arnuzzo.

Il Ds ligure, classe 1989, ha già avuto diverse esperienze in Italia con il Terracina in Serie D ed è un ritorno nella terra di Gheorghe Mureșan perché in passato ha ricoperto questa carica al Brasov.

Il giovane si è fatto un nome in italia come procuratore, esperto di mercato dell’Europa dell’Est ed in particolare croato.

La dirigenza del Voluntari è molto facoltosa ed è diretta da un vulcanico presidente come Robert Gherghe che in patria era ritenuto essere un visionario dato che nel 2012, quando la squadra granata era nella Liga IV, il corrispettivo della nostra Serie D, annunciò con certezza questo salto clamoroso che avrebbe portato la società in pochi anni a competere per i titoli con i più grandi club della nazione ma non solo: per dimostrare la propria potenza economica, lo scorso in Serie B, prelevò direttamente dalla Steaua Bucarest uno dei pupilli dei capitolini, Paul Pârvulescu, forte terzino sinistro, anche se solo in prestito.

La stagione di Pârvulescu non è stata poi esaltante e già a gennaio è stato ceduto, ma il Voluntari si è fatto valere ed ha ottenuto la promozione.

Quest’anno il campionato non è stato esaltante, ma il cammino in Coppa, terminato con la vittoria ai rigori contro l’Astra Giurgiu campione di Romania in carica, ha concluso un percorso che pochi anni fa sembrava impensabile ed ora la squadra si è affidata alle sapienti mani del giovane Arnuzzo.

Close