Grazie agli sforzi di Gerardo Calzerano e Silvano Marzola, due freschi appassionati decisi a prendere in mano un progetto importante, nasce a Pisa la Tuscany Snooker Academy. Marzola, sin dal 2013, partecipa al primissimo campionato ufficiale indetto dall’Ambrosian Snooker Academy ed insieme a Calzerano si mobilitano subito per trovare una sede opportuna dove creare un impianto di biliardo sportivo. Sono trasferte impegnative, centinaia di chilometri pur di giocare e confrontarsi, raccogliere ispirazioni, farsi consigliare e incoraggiare da chi ha già intrapreso il cammino. La soluzione però, pur inevitabile nello snookeristicamente lontano 2013 è temporanea e certo troppo limitante per una passione così profonda.

IGP17CLB01D

Dopo lunghe ricerche di una sede adatta e sostenibile sin dall’inizio, i due approdano al Planet Bowling di Pisa che sposa il loro progetto e si accordano per l’affitto di una sala collaterale. La soluzione è molto buona perché vengono abbattute le spese di adattamento dei locali e la partenza è veloce. Altro vantaggio è quello di inserirsi in un flusso commerciale che pesca dal folto sottobosco universitario che la città è in grado di offrire. La gioventù under 30 è un target importante per uno sport così internazionale e “social” come quello dello snooker. Marzola si presta addirittura come autista scorrazzando in lungo e in largo la provincia pisana per favorire i nuovi giovani appassionati a partecipare alle attività di formazione e agonistiche. L’installazione dei due tavoli avviene con l’appoggio incondizionato di Jury e Fabio, loro cari amici e grandi appassionati, gestori di una grande sala ottimamente avviata a Savona, altra città dove lo snooker è di casa.

snooker

Passione senza ombra di dubbio, ma anche una precisa ed efficiente organizzazione rendono l’offerta della TSA molto coinvolgente a tutti i livelli. Il gentil sesso non è tralasciato e su questi tavoli avvengono anche “scontri familiari” nel vero senso del termine, cioè marito e moglie che si sfidano a suon di imbucate di rosse e colorate, soluzione davvero originale ma soprattutto molto stimolante per allargare l’utenza degli appassionati. Infatti, in parallelo al Campionato Regionale di serie C, si organizzano anche Beginners Championship per i nuovi soci che si iscrivono mensilmente e una serie di incontri ai 17 frame, che permettono ai giocatori di addentrarsi in una vera e propria maratona da professionisti. Forte della sua esperienza nel mondo degli scacchi, Gerardo si è anche impegnato a stilare un ranking per i soci della propria Academy, sfruttando gli stimoli insiti: aumentare il numero di partite dei giocatori. I match di andata e ritorno del campionato regionale vengono giocati su entrambi i tavoli, in modo tale da non privilegiare le preferenze talvolta scaramantiche dei singoli giocatori. Inoltre nei risultati delle partite è prevista una distinzione fra i punti “imbucati” e i punti di fallo, che possono nascere anche dall’abilità tattica dell’avversario, ma per i neofiti sono anche frutto di disattenzioni cosmiche.

IGP17CLB01H

Nonostante i mezzi siano ancora modesti, l’attrezzatura viene messa al primo posto e la manutenzione delle stecche, soprattutto dei tip, è a carico della sala. A circa 1 anno di distanza la Tuscany Snooker Academy è una realtà affermata e la cura con cui coltiva la passione dei propri soci la pone sicuramente fra le più promettenti realtà dello snooker nazionale. E così concludiamo questo primo approfondimento con le cellule fondamentali dell’organizzazione territoriale, i C.S.B. (Centro Sportivo Biliardo), che operano in comunione di intenti con F.I.Bi.S. e C.O.N.I. e sono assorbiti nell’impresa di estendere il movimento raccogliendo nuovi tesserati per la specialità dello snooker. Ora è necessario un ringraziamento finale nel quale ci permettiamo di chiamare per nome i due tenaci che abbiamo interpellato: Silvano e Gerardo, grazie e proseguite così, autentici amici dello snooker.

 

Close