Secondo quanto riferito da uno studio della American Gaming Association, circa 4.7 miliardi di dollari verranno scommessi dagli americani sul cinquantunesimo SuperBowl NFL tra Atlanta Falcons e New England Patriots.

Un importante incremento delle puntate, pari all’11%, rispetto allo scorso anno per la sfida tra Denver Broncos e Carolina Panthers.

Il Nevada è l’unico stato, per effetto del Professional and Amateur Sports Protection Act vigente dal primo gennaio 1993, a poter offrire ed accettare scommesse sportive.

Il che inevitabilmente porta ad una grandissima fetta di mercato nero fatto di allibratori e scommesse illegali atti a  rendere le scommesse fruibili in tutto il paese. Di questo avviso è infatti Il CEO della American Gaming Association Geoff Freeman che nei giorni scorsi ha affermato:”Con il venticinquesimo anniversario di questa legge fallimentare, è tempo per Washington di aprire gli occhi e ampliare Il mercato delle scommesse sportive. Questo immobilismo alimenta ogni giorno la nascita e la crescita di mercati neri ed illegali per quanto riguarda le scommesse. Un mercato regolato produrrebbe tasse per lo stato, creerebbe tanti posti di lavoro e contribuirebbe in modo fondamentale al mantenimento dell’integrità degli sport che amiamo”.

Sempre dallo stesso studio emerge quindi un dato allarmante e molto pericoloso: di questi 4.7 miliardi di dollari scommessi sul SuperBowl solo 132 milioni (3%) saranno piazzati in modo legale e autorizzato, i restanti 4.5 miliardi circa (97%), nonostante il divieto, verranno scommessi tramite allibratori, siti esteri o offshore.

Close