L’AS Roma ha finalmente un nuovo sito internet. Certo l’annuncio che tifosi giallorossi aspettano è la data dell’inizio dei lavori del nuovo stadio di proprietà ma, per il momento, dovranno accontentarsi degli aspetti virtuali del loro tifo.

Il nuovo “asroma.com” è stato realizzato grazie alla collaborazione attiva dei tifosi che hanno fornito consigli e opinioni sui forum dedicati e dai quali ha attinto a piene mani la società. I sostenitori capitolini sono ora chiamati a fornire anche i contenuti sotto forma di blog, fotografie e contributi grafici che andranno ad animare il sito. Insomma qualcosa di più dei classici webmagazine, più comuni tra le aziende Usa che in Italia, dove a raccontare il tifo giallorosso saranno i tifosi stessi.

Il Presidente James Pallotta presentando il nuovo progetto editoriale ha detto : “Il nuovo sito dell’ As Roma è una pedina fondamentale della nostra media strategy. Questo è un passo importante nella costruzione del club più coinvolgente nel mondo del calcio”.

Il coinvolgimento al quale si riferisce Pallotta, però, pare fermarsi al mondo virtuale. Da tempo, infatti, è in corso nello Stadio Olimpico uno sciopero del tifo giallorosso e biancoceleste contro le misure imposte dal “Modello organizzativo per la sicurezza degli incontri di calcio” della Questura che hanno portato alla diminuzione della capienza delle curve.  Sul tema, c’è stato ieri un faccia a faccia “positivo” tra il Prefetto di Roma Franco Gabriellipreceduto da un vivace scambio di battute a mezzo stampa tra i due.

Appare singolare che ci si interessi all’emorragia di presenze allo stadio dopo più di tre mesi dall’inizio del campionato. Come appare singolare che sul sito dedicato interamente al nuovo stadio della Roma, stadiodellaroma.com, si collochi la data dell’inizio dei lavori in un fumoso “fine 2015”, non si indichi un prospetto di prezzi per la struttura futura ma è già pronta una lista di attesa per assicurarsi un posto reale nella nuova, ad oggi immaginaria, “Casa della Roma”.

Viene da chiedersi se in fondo sia così importante essere rassicurati sul fatto che nel nuovo impianto sarà possibile usufruire della rete Wi Fi e non sapere se sarà operata una politica di prezzi che permetta i tifosi di ceto medio basso, l’anima della Curva Sud, di partecipare non solo virtualmente all’appuntamento più importante di “ogni maledetta domenica“.

Close