L’arrivo dell’Estate non porta solo caldo, afa e sole ma anche l’incubo della dieta e della prova costume. Per sfoggiare al mare un fisico asciutto e tonico gli italiani ma non solo si riducono all’ ultimo istante, ed ecco che le frasi più diffuse sui motori di ricerca sono “metodi per dimagrire velocemente” e “dieta per la prova costume”.

Tra i risultati delle ricerche non è raro imbattersi nell’ Efedrina, definita come sostanza infallibile e miracolosa per la perdita di peso. L’Efedrina è un alcaloide presente nelle piante di Ephedra con struttura chimica ed effetti simili alle anfetamine.

Un eccitante con effetti superiori alla caffeina che oltre all’aumento delle capacità cognitive porta uno shock a livello del sistema nervoso centrale. Questo shock può condurre, nelle persone affette da una condizione medica pregressa (anche a loro sconosciuta) ad arresto cardiaco, ictus o ischemia cerebrale.

1994 – EFEDRINA DIVENTA MAIN STREAM GRAZIE A MARADONA

Nei Mondiali statunitensi del 1994, un Diego Armando Maradona con un fisico tiratissimo stava conducendo la sua Argentina verso le fasi finali della competizione. Percorso interrotto però dalla positività al test antidoping. La sostanza a cui un magrissimo Maradona venne trovato positivo fu proprio l’efedrina.

EFEDRINA, WADA E DOPING:

L’organizzazione mondiale anti-doping ha bandito l’efedrina dagli integratori sportivi poiché considerata sostanza dopante. Dopante lo è anche la caffeina ma solo a determinate dosi (alte).

EFEDRINA U.S.A. E GETTA:

Il rapporto tra l’efedrina e gli Stati Uniti, paese tra i più obesi del mondo e da sempre alla ricerca di metodi veloci per dimagrire, è molto controverso. Nel 2003 gli States hanno bandito dal mercato, dopo la morte di 155 persone tra cui la stella dei Baltimore Orioles il pitcher Steve Bechler, la presenza del farmaco all’interno degli integratori alimentari e sportivi, ma la stessa è liberamente ottenibile attraverso prodotti da banco in farmacia ed online.

LO STACK ECA: LA RICETTA MAGICA PER UN FISICO PERFETTO.

ECA acronimo di Ephedrine, Caffeine, Aspirine, è la ricetta magica, detta stack, che nei forum di fitness americani e purtroppo anche nostrani promette risultati immediati per la perdita di peso ed un fisico bestiale. 25 mg efedrina, 200 mg caffeina, 75 mg aspirina. Un miscuglio che per alcuni può anche andare bene ma per altri può essere letale.

LA SITUAZIONE  IN ITALIA:

Più difficile da reperire rispetto agli States ma non impossibile. In farmacia ci sono farmaci liberamente vendibili  senza ricetta che contengono efedrina: si va dagli spray nasali agli antistaminici che contengono Pseudoefedrina (effetto più debole) ma a quantità molto elevate. Se andate in una palestra conosciuta dove ci sono i professionisti, non è raro vedere gli atleti che tra una serie e l’altra di pesi inalano lo spray nasale. Secondo il “bugiardino” bisognerebbe inalare una volta ogni 3-4 ore. Se d’inverno avere il raffreddore è cosa normale, d’estate (fase di cutting – definizione) la scena stona un pochino e quindi risalta all’occhio attento.

Inutile nascondersi dietro un dito l’efedrina, essendo stata bandita dall’organizzazione mondiale anti-doping, dà un vantaggio importante, che sia l’effetto eccitante o la perdita di peso, a chi l’assume. Il rischio però di avere problemi cardiaci non è assolutamente da trascurare, senza contare il fatto che le dosi standard, una volta che il fisico si è assuefatto, per avere lo stesso effetto dovranno essere aumentate aumentando anche il rischio di ictus, infarto ecc. In ultimo l’utilizzo di Efedrina porta ad un metabolismo completamente sballato molto difficile da riequilibrare.  

Close