Dopo 5 anni torna sul campo uno dei portieri più forti della sua generazione, Edwin Van der Sar che a 45 anni scende in campo con la maglia del VV Noordwijk, la squadra di quarta divisione dove era cresciuto prima di approdare all’Ajax. L’esordio è stato incredibile dato che l’ex estremo difensore della Juventus è riuscito addirittura a parare un rigore con un guizzo incredibile per un uomo di quella età che non gioca a calcio da un lustro. Ma questo è Edwin Van der Sar.
Van der Sar, che in carriera ha vestito le maglie di Ajax, Juventus (dal 1999 al 2001), Fulham e Manchester United, ha vinto 28 trofei, tra cui due Champions League (con l’Ajax nel 1994-95 e con lo United nel 2007-08). Si era ritirato all’indomani della finale di Champions 2011, persa a Wembley contro il Barcellona di Guardiola. Un dirigente del club ha commentato questa scelta dicendo che “Edwin porta ancora il Noordwijk nel cuore, viene ancora qui regolarmente. Gli abbiamo chiesto la disponibilità di giocare e lui dopo un momento di riflessione ha accettato. Siamo felici che voglia darci una mano“.
La decisione del ritiro fu presa nel 2010: “Non so esattamente quando ho deciso di smettere. Diciamo che ho preso questa decisione quando mia moglie Anne ha avuto un infarto un anno fa. Lei si è ripresa bene e abbiamo deciso di restare in Inghilterra ancora un anno. Ma ora è tempo di smettere per trascorrere più tempo con la mia famiglia”. Già un anno prima, subito dopo l’emorragia cerebrale subita da sua moglie Anne-Marie van Kesteren, aveva preferito la famiglia al campo e il Manchester United gli concede un permesso a tempo indeterminato per stare vicino all’amore della sua vita. Fortunatamente si riprende la giovane donna e dopo un mese torna in campo anche suo marito.
Il 22 maggio seguente ha raggiunto le 605 partite di campionato disputate in vent’anni: 226 con l’Ajax, 66 con la Juventus, 127 con il Fulham e 186 con il Manchester. Ha disputato la sua ultima partita il 28 maggio 2011 nella finalissima di Champions League allo Stadio Wembley contro il Barcellona, persa 3-1, lasciando il calcio giocato con l’amaro in bocca per una finale perduta.
Il 3 agosto 2011 si è giocata la sua partita d’addio all’Amsterdam ArenA. La sfida si è disputata tra l’Ajax e il Dreamteam di Van der Sar guidato da Alex Ferguson, suo allenatore al Manchester United. Nel Dreamteam hanno giocato Wayne Rooney, John Heitinga, Louis Saha, Rio Ferdinand, Ryan Giggs, Paul Scholes, Nemanja Vidić, André Ooijer, Dirk Kuijt, Gary Neville, Michael Carrick, Edgar Davids, Giovanni van Bronckhorst, Boudewijn Zenden e Dennis Bergkamp. Prima si è anche giocata una partita tra i campioni dell’Ajax campione d’Europa nel 1995, guidata da Louis van Gaal, e quelli della nazionale olandese degli Mondiali del 1998, guidata invece da Guus Hiddink. Con l’Ajax ’95 hanno giocato Finidi George, Nwankwo Kanu, Frank de Boer, Winston Bogarde, Nordin Wooter, Ronald de Boer, Danny Blind, Patrick Kluivert, Marc Overmars e Frank Rijkaard. Con l’Olanda ’98 hanno giocato invece tra gli altri anche Wim Jonk, Dennis Bergkamp, Roy Makaay, Ruud Hesp, Aron Winter, Richard Witschge e Pierre van Hooijdonk. Terminate le partite, Van der Sar ha fatto il giro del campo insieme a sua moglie Anne-Marie e figli per ringraziare il pubblico.
Dopo il ritiro torna a casa, come promesso, dalla sua famiglia. Non solo quella che si è scelto, ma anche quella dell’Ajax diventandone il direttore marketing.
.
GUARDA IL RIGORE PARATO DA DIETRO LA PORTA
https://www.youtube.com/watch?v=ICpoa4Y2E_Y
.
FOTO: www.calcioworld.it
Close