Nell’ultimo periodo nel mondo del surf riecheggia un nome: Leonardo Fioravanti.

Un’impresa eroica la sua che a soltanto diciotto anni ha battuto il re del surf Kelly Slater, undici volte campione del mondo, portando avanti una gara perfetta per strategia e tecnica.

È successo in Australia al Margaret River dove la bandiera italiana ha sventolato più di ogni pronostico. Fioravanti non doveva gareggiare, è entrato in acqua per sostituire l’infortunato Jack Freestone e ha fatto la storia.

Nato a Cerveteri, in provincia di Roma, ormai vive ad Hossegor, in Francia, ma si sposta continuamente verso gli spot migliori in giro per il mondo. La sua carriera comincia prestissimo: sale sulla prima tavola a soli 4 anni e non la lascia più. Giovanissimo, eppure ha già un curriculum di tutto rispetto: ad ottobre 2015, pochi mesi dopo un terribile incidente al Pipeline e mesi di riabilitazione, vince il campionato mondiale under 18.

Prossima tappa: Rio de Janeiro, a maggio, per il World Surf League.

Sulla sua pagina Facebook si legge che il suo ricordo più bello è un viaggio alle Hawaii quando casualmente in hotel incontrò il suo idolo Kelly Slater. Ancora non sapeva che un giorno l’avrebbe incontrato sulla cresta dell’onda e l’avrebbe battuto.

FOTO: www.ilgiornale.it

Close