LeBron James torna a parlare attraverso una lettera aperta pubblicata sul Business Insider in cui non parla di basket o di sport ma si getta in politica e annuncia che voterà per la Clinton alle presidenziali di Novembre. Nella lettera spiega perché farà questa scelta e perché dovrebbero farla tutti e come al solito il primo pensiero va ai bambini più sfortunati: “Hillary è sempre stata un esempio, da oltre 40 anni lavora per migliorare le scuole pubblica, sostiene gli ospedali pediatrici e cerca di estendere l’accesso alla sanità gratuita a più fasce possibili. Il suo obiettivo, come quello della mia fondazione. è assicurarsi che i bambini abbiano accesso ad una buona istruzione a prescindere da dove provengano. In America ci sono delle scuole che cadono a pezzi e lei si impegnerà affinché vengano ricostruite ed inizierà i più piccoli al mondo digitale attraverso il suo programma. Ci sono dei progetti su scuole nuove che verranno costruite e un aumento per gli insegnanti pubblici che verranno pagati per quello che meritano, perché loro fanno tanto per i nostri figli. I miei bambini ad Akron sanno che l’unica speranza affinché il futuro sia migliore passa dall’istruzione, da quando si è piccoli fino al college e non importa quanti ostacoli troveranno di fronte“.

James, fresco campione NBA, non può esimersi dal commentare l’ondata di violenza che sta coinvolgendo gli Stati Uniti d’America e dice che con Hillary Clinton: “Bisognerà affrontare il tema della violenza perché vedere tutto questo sangue scorrere sulle strade americane fa male. Bisogna ricostruire le comunità e concentrarsi sui più piccoli. La comunità afro-americana sta vivendo momenti terribili che dobbiamo superare insieme. Io non sono un politico e non so come risolvere questa situazione ma l’unica cosa di cui sono sicuro è che abbiamo bisogno di un presidente che sappia unirci. Dobbiamo stare tutti insieme a prescindere dal colore della nostra pelle e dalla religione. Hillary Clinton incarna il messaggio di cui parlo: speranza ed unità“. LeBron James si prodiga molto per la candidata democratica dicendo anche che continuerà quanto di buono fatto in politica interna durante l’amministrazione di Barack Obama, ormai caro amico del Prescelto e che la Clinton è l’unica scelta saggia che gli americani possano fare in questo momento.

Close