Dai giovanissimi fascia B classe 2003, alla Serie A. Questo il salto effettuato da Gaetano Gondola, giovanissimo talento campano che è stato acquistato dalla Fiorentina strappando un accordo con la ASD SSC Capua. Sul ragazzo, una mezzapunta molto tecnica e veloce, c’erano gli occhi di tante società di Serie A ma la Fiorentina è stata rapida e convincente e noi abbiamo ascoltato in esclusiva il ragazzo che ci racconta di questo passaggio dalla piccola società casertana alla grande Fiorentina di Paulo Sousa.

Gaetano benvenuto sulle pagine di Io Gioco Pulito. Spiega ai nostri lettori che ruolo sei e a chi ti ispiri.

Salve a tutti. Sono una seconda punta, mi piace segnare e provo a seguire le orme di Paulo Dybala. E’ un giocatore che adoro, mi piace tantissimo, ma gli osservatori che mi hanno visto mi hanno bollato come “Giocatore simile a Siligardi” perché spesso faccio più assist che gol e perché non ho una collocazione ben precisa in attacco, ma ruoto molto.

Come gestisce il trasferimento un ragazzo così piccolo?

Io mi trasferirò solo a fine anno, concluderò la stagione al Capua (i giocatori sotto i 14 anni non possono cambiare regione, ndr) e poi andrò a Firenze. Sono felicissimo di questa scelta, non poteva capitare di meglio. Per seguire il mio sogno, diventare un calciatore professionista, sono disposto a sacrificarmi e cambiare vita. Spero che questi sacrifici vengano poi ricompensati.

C’erano altri club di A su di te?

Sì, il Napoli innanzitutto si è fatto avanti ma la Fiorentina mi ha convinto con un progetto importante ed ho deciso di cambiare vita.

Gaetano Gondola è un ragazzo semplice, educato e con la testa sulle spalle. La Fiorentina ha sicuramente fatto un ottimo acquisto e le conoscenze territoriali di Pantaleo Corvino, ancora una volta, pagheranno le scelte perché dal prossimo anno la squadra toscana avrà un’altra freccia al proprio arco in grado di arricchire il già florido vivaio viola.

Close