Com’era il detto? “Il mio regno per un cavallo” riferito alla Storia inglese e, più precisamente ad una citazione del Riccardo Terzo di William Shakespeare. Spostiamoci più in là verso la Germania. Cambiano i tempi, cambiano le proposte. Perchè se all’epoca il drammaturgo più famoso del mondo mise in bocca al regnante questa richiesta per avere un equino, in questo caso, ai giorni nostri, lo scambio ha tutt’altra natura. E’ notizia recente, infatti, che un club di quarta divisione tedesca, il Rot-Weiss Oberhausen abbia avanzato la proposta di ingaggiare la stella svedese Zlatan Ibrahimovic, terminata la parentesi leggendaria con il PSG, avanzando delle ipotesi che per un giocatore dalla grande personalità come lui possono, almeno, essere prese in considerazione.

Come si legge dal profilo Twitter della squadra teutonica, infatti, il direttore sportivo Frank Kontny, alla ricerca di un attaccante forte fisicamente, avrebbe fatto un’offerta all’asso scandinavo. Per convincerlo ad accettare la sfida di venire a giocare in quarta divisione tedesca e rinunciare all’ennesimo contratto faraonico che potrebbe strappare all’ennesimo top team della sua carriera, il club di Oberhausen ha messo sulla bilancia alcuni dettagli irrinunciabili.
Prima fra tutti, il paese a 30 chilometri da Dusseldorf instaurerà la monarchia e metterà come unico re proprio Ibra, che diventerebbe Re Zlatan.
Ma c’è di più: il nome della famosa birra Konig Pilsner cambierà nome, divenendo Ibra Pilsner. Pur essendo chiusa dal 1983, la piscina Ebrtbad verrà riempita ogni volta che Zlatan avrà voglia di farsi due bracciate.

All’interno dello stadio verranno venduti e consumati solo cibi svedesi al posto della classica salsiccia o dei wurstel. Inoltre, sempre per quanto riguarda l’impianto sportivo, la nuova tribuna sarà costruita solo con materiale dell’IKEA.

E l’ingaggio? Nessuna preoccupazione. Ci pensarà la società che fornisce energia alla città e che patrocina la squadra.
Che dire? La proposta è sicuramente una goliardata da parte del piccolo club tedesco ma, venendolo a sapere, siamo sicuri che Ibra un pensierino ce lo potrebbe fare. A quasi 35 anni, potrebbe coronare il sogno di diventare Re, almeno per un anno.

Close