Non è certamente un buon periodo per Gareth Bale. L’attaccante del Real Madrid alle prese con l’infortunio alla caviglia che lo terrà fuori per due mesi dall’operazione di qualche giorno fa, sarebbe stato ricattato da un gruppo di delinquenti non ancora identificati.

Secondo quanto riferito dal Sun, infatti, alcuni trafficanti avrebbero minacciato la stella del Galles di pubblicare una foto nella quale la figlia di 4 anni sarebbe immortalata vicino a una pianta di Marijuana. Per evitare la pubblicazione (che sarebbe un fotomontaggio), Bale avrebbe dovuto versare una cospicua somma di denaro. Al riguardo, la polizia ha aperto un’indagine e assegnato una scorta alla famiglia del centravanti madrileno.

Non è la prima volta che l’ex Tottenham finisce al centro di situazioni poco chiare. Lo scorso settembre infatti la famiglia della compagna Emma Rhys-Jones, il cui padre sta scontando una pena di 6 anni negli Stati Uniti per riciclaggio di denaro, era stata vittima di 3 attentati incendiari per una faida familiare ancora non del tutto definita. Galeotta fu una valigetta piena di soldi che è sparita. Sempre il Sun, attraverso una fonte che è voluta rimanere anonima, ha raccontato tutta la vicenda. Gli incendi si sono verificati prima nei confronti dei nonni della signora Bale, ai quali è stata data alle fiamme la macchina, poi alle zie, rispettivamente con una cassetta della posta e le vetture fuori all’abitazione bruciate. Proprio la figlia di una zia, e quindi una cugina della Rhys-Jones, sembra avere un ruolo determinante in questa indagine. Da quel momento è stata assegnata una scorta alla famiglia Bale in quanto, pur essendo residente in Spagna, la moglie non si sente tranquilla. Dopo le ultime minacce sulla foto, la sicurezza è stata intensificata. Attendiamo nuovi sviluppi.

Close