Ancora nessuna rivincita. Il tanto atteso re-match  di Manchester, tra Wladimir Klitschko e Tyson Fury non ci sarà il 9 Luglio come programmato, ma slitterà a data da destinarsi a causa di un infortunio del pugile inglese. Un match che però ancora prima di iniziare ha già scaturito tante e tante polemiche.

INFORTUNIO IN ALLENAMENTO- Fury, quindi, ha dovuto alzare bandiera bianca. Il Campione del Mondo in carica  Wbo e Wba dei pesi massimi si è infortunato alla caviglia durante un allenamento. A darne notizia proprio il britannico tramite il suo profilo Twitter: “Mi sono infortunato dieci giorni fa correndo in allenamento. Purtroppo il recupero non può avvenire in tempo per il match”. Dalle prime diagnosi i tempi di recupero di Fury dovrebbero essere circa sulle 6-7 settimane. Un lasso di tempo che non gli permetterà di essere sul ring per difendere la corona mondiale contro Klitschko a cui Fury ha inflitto, a sorpresa, la prima sconfitta dopo ben 11 anni nel Novembre scorso. Una sconfitta che Klitschko ha tutt’altro che digerito e che non vede l’ora di “vendicare” con la più classica delle rivincite. Non sono mancate le polemiche intorno all’infortunio di Fury: in molti nell’ambiente sostengono che il problema alla caviglia sia stato ingigantito per permettere al Campione di potersi preparare meglio e tornare in forma per il match. In effetti Fury nelle ultime uscite pubbliche non è sembrato particolarmente concentrato e atleticamente a posto. In recente video in cui Fury si scagliava contro donne ed ebrei, il campione in carica sembrava notevolmente appesantivo e sicuramente poco concentrato sul prossimo impegno con Klitschko. Tutte illazioni che non hanno trovato riscontro in nessun canale ufficiale del pugile, che in ogni caso avrà più tempo per potersi preparare in maniera migliore di quanto non stesse facendo prima.

KLITSCHKO SCALPITA- Intanto dall’altra parte Klitschko non vede l’ora di affrontare Fury e riprendersi il titolo di Campione del Mondo. L’ucraino negli scorsi giorni, prima della notizia dell’infortunio di Fury, ha contribuito a riscaldare il clima lanciando delle pesanti accuse verso il suo avversario: “Fury dovrebbe essere squalificato per le sue posizioni filonaziste. Lo sport sarebbe migliore senza Fury. Sono rimasto scioccato quando ho sentito le sue frasi contro le donne, i gay e gli ebrei. Quest’uomo è un imbecille, non possiamo avere un campione di questo genere. Devo batterlo sul ring, oppure qualcuno lo cacci dal mondo della boxe”. Parole pesanti che alimentano ancora di più una rivalità che sta diventando sempre più accesa. Dichiarazioni che inoltre portano una luce una chiara tattica di Klitschko e cioè quella di irretire il suo avversario ancora prima che salga sul ring, su argomenti sui quali il britannico è sembrato piuttosto “sensibile” e sui quali potrebbe ancora tradire una certa tensione. Il successivo infortunio alla caviglia e il conseguente rinvio del match hanno però limitato gli effetti della  tattica dell’ucraino, costretto ad attendere ancora prima di poter sfidare nuovamente Fury. Il guaio alla caviglia può quindi rappresentare per l’inglese una vera e propria manna dal cielo dato che gli permetterà di prepararsi meglio per  difendere oltre la Corona Mondiale dei Pesi Massimi, l’invidiabile record di imbattibilità giunto a 25 incontri consecutivi. Insomma il match tra Fury e Klitschko ancora non si sa quando si disputerà ma la cosa certa e che fuori dal ring è iniziato già da parecchio tempo.

bannerfury

Close