Dopo la richiesta formale da parte del Governo Americano alla Svizzera per l’estradizione dei 7 funzionari FIFA arrestati negli scorsi mesi a seguito dell’indagine che ha sconvolto il mondo del calcio, travolto da corruzione e pratiche illecite in seno alla Federazione, arriva il primo consenso, da parte di Jeffrey Webb di essere estradato nel territorio statunitense.
L’ex membro FIFA, che in precedenza aveva ricoperto il ruolo di Presidente della CONCACAF e della Federazione calcistica delle Isole Cayman, era stato arrestato in merito al flusso illecito di svariati milioni al fine di favorire l’assegnazione di diritti di commercializzazione a società operanti nel settore sportivo e del marketing. Webb, 50 anni, che di recente era stato anche visto come papabile successore alla Presidente della FIFA al posto di Blatter, si era, inizialmente, opposto alla richiesta americana ma, nella scorsa settimana, si è consegnato spontaneamente e verrà estradato entro una decina di giorni.
Nel frattempo, attraverso comunicato ufficiale, il procuratore generale svizzero Michael Lauber, fa sapere che il numero totale di operazioni finanziarie definite sospette dall’Autorità Antiriciclaggio in merito all’aggiudicazione dei Mondiali del 2018 in Russia e del 2022 in Qatar sono 81.
FOTO: cayman27.com.k
social banner
Close