È stata Madre Natura di “Ciao Darwin 6”. Con occhi grandi e magnetici, gambe affusolate e forme quasi perfette, Keyla Guilarte Gonzalez ha alle spalle una storia non del tutto facile.

Natia di Cuba, è stata una atleta di nuoto sincronizzato per molti anni in odore di nazionale. Le ore di allenamento erano tante ma i sacrifici le sembravano inutili, dal momento che guadagnava dieci dollari al mese e il cibo a casa non era sempre abbastanza. Purtroppo la maggior parte dei guadagni della famiglia andava allo Stato e il rischio di mangiare poco era dunque alto. Una vera fatica per un’atleta.

Dietro quindi un aspetto mozzafiato, si nascondono molte sofferenze. Chiuse con la carriera di sincronetta ed arrivò in Italia per un amore poi andato male. Nonostante questo continuò a lavorare come modella, mantenendosi da sola. Anche qui però non è stato tutto liscio. Causa la sua pelle mulatta, il lavoro non era sempre facile trovarlo, in una nazione ancora non troppo multiculturale. Non si è data per vinta ed alla fine è riuscita a scendere quella famosa scalinata di “Ciao Darwin 6”, che le ha poi aperto la strada della moda. Da sincronetta a modella affermata: sacrifici e rinunce sono stati in parte ripagati.

Close