Maggio 2013, Etihad Stadium

Il Manchester City batte 1-0 il West Bromwich Albion, grazie ad una rete messa a segno da Edin Dzeko. Quel giorno in campo c’era Jack Rodwell, centrocampista prelevato per una cifra vicina ai 20 milioni di euro, sostituito al 79’ per fare spazio a Maicon – che oggi si allena a Trigoria insieme alla punta bosniaca – ma partito titolare in una sfida decisiva per le speranze di titolo azzurre.

Perché torniamo a parlare oggi di una sfida così vicina ma allo stesso tempo lontana?

Proprio da quel giorno, Jack Rodwell e la starting XI non hanno avuto un buon rapporto: nelle 33 partite che l’inglese ha disputato con la maglia del Sunderland partendo da titolare, sono infatti arrivati 15 pareggi e 18 sconfitte. Quindi nessuna vittoria, di conseguenza un record negativo che non è passato inosservato agli occhi più attenti e maliziosi del mondo inglese.

Quando il 25enne di Southport entra a gara in corso la statistica non vale, visto e considerato che qualche volta sono arrivati anche i 3 punti, ma in due stagioni da Black Cat Rodwell non si è ancora tolto di dosso il nomignolo di ‘loser’, restando ovviamente entro i confini del campo da calcio.

In generale, molto dipende anche dal Sunderland di David Moyes, ancora fermo a 2 punti in classifica senza vittorie in tasca, ma c’è chi ancora fa dell’ironia su ‘un record fra i più imbarazzanti che si possano avere’, come letto ‘sfogliando’ un quotidiano anglosassone online.  Qualcuno sperava che la 33esima sfida con l’Arsenal, sempre che il tecnico avesse deciso di farlo partire dal primo minuto, potesse essere quella decisiva per sfatare il mito, altri invece rimarcavano come una sconfitta anche contro i Gunners avrebbe peggiorato ulteriormente un record già di per sé abbastanza suggestivo e grottesco.

Nel frattempo invece l’ex stella dell’Everton, leggermente offuscata soprattutto per il poco spazio trovato dai tempi del suo passaggio al Manchester City, parlava  come se nulla fosse: “Siamo noi a scendere in campo, abbiamo fatto un po’ di passi indietro in questo periodo ma siamo gli unici a poter rimettere a posto le cose”.

Purtroppo il Sunderland ha fatto un altro capitombolo, è uscito dallo Stadium of Light devastato per colpa di 4 reti targate Sanchez e Giroud, mentre proprio il nostro Rodwell cercava di guidare il centrocampo.

Insomma, tutto è andato come previsto e il record negativo del ‘povero’ Jack è rimasto intatto, addirittura si è aggiunto un tassello al domino ormai diventato davvero molto lungo e contorto.

Sabato prossimo arriva il Bournemouth: sarà il momento di buttare finalmente giù il castello di carta? Ma, soprattutto, Jack Rodwell giocherà?

Close