La Pomì Casalmaggiore non si ferma più. Con il successo della Champions League di Volley femminile, conquista il terzo trofeo della sua giovane storia ( la società è stata fondata nel 2008) e riporta i colori italiani sul gradino più alto d’Europa dopo l’ultima vittoria targata Bergamo del 2010.

La squadra della Provincia di Cremona, infatti, dopo aver ottenuto la Supercoppa lo scorso Ottobre contro Novara, dando seguito allo Scudetto della passata stagione, alla prima partecipazione in Champions League, davanti ad un PalaGeorge di Montichiari gremito, sede delle Final Four, si è imposta 3 a 0 sulle fortissime turche della Vafibank Instanbul di Giovanni Guidetti, dopo aver spazzato via in semifinale le russe della Dinamo Kazan con lo stesso risultato.

 Sugli scudi della compagine allenata da coach Massimo Barbolini, al terzo successo dopo Matera nel 1996 e nel 2006 con Perugia, l’eterna Francesca Piccinini, top scorer della serata con 14 punti  e alla sesta Champions League di una carriera leggendaria che la consacra, semmai ce ne fosse ancora bisogno, nell’Olimpo del Volley mondiale.

Piccola rivincita nei confronti della Turchia da parte delle Italiane, che nell’edizione 2014/2015 del torneo Europeo avevano visto strapparsi la coppa all’ultimo step verso la vittoria dall’ Eczacibasi Istanbul ai danni di Busto Arsizio.

FOTO: Rubin-Lvf

Close