Real Madrid-Siviglia, categoria ‘Benjamines‘ (i nostri ‘pulcini’). In campo, non ci sono star affermate come Cristiano Ronaldo o Kroos da una parte e Banega o Jesus Navas dall’altra.

Si tratta di ragazzini, che, a quell’età in particolare, dovrebbero pensare a correre dietro ad un pallone per scaricarsi e divertirsi, piuttosto che ricercare ossessivamente la vittoria.

Talvolta, però, spinti da genitori tutt’altro che caratterizzati da comportamenti educativi, anche i più piccoli incorrono in errori o gravi mancanze di rispetto.

Oggettivamente, non è il caso del bambino con la ‘camiseta blanca’ coinvolto nell’incidente di cui stiamo per parlare e, visto come poi ha reagito il tecnico del Real Madrid, c’è solo da togliersi il cappello.

Di cosa stiamo parlando, quindi?

Di un gol avvenuto a porta vuota perché il portiere del Siviglia si trovava a terra infortunato.

La rete viene convalidata dall’arbitro poiché il gioco non è fermo ma il marcatore evita anche di esultare.

Tutta la squadra, allora, viene immediatamente richiamata in panchina dal tecnico dei Blancos, che ordina ai suoi ‘allievi’ di permettere l’immediato pareggio al Siviglia, vista la circostanza in cui è maturato il vantaggio (ingiusto) dei suoi.

E’ ciò che avviene e che dimostra, forse, come ancora si possa credere in un calcio un pizzico migliore e, soprattutto, più umano.

ECCO IL VIDEO

Close