Con “Doppia verità” torna in libreria David Baldacci, il maestro mondiale del thriller

Con “Doppia verità” torna in libreria David Baldacci, il maestro mondiale del thriller

John Puller non è semplicemente un agente speciale dell’Esercito degli Stati Uniti, ma la punta di diamante della Criminal Investigation Division, l’uomo a cui ci si affida per risolvere i crimini più complessi ed enigmatici. Questa volta, però, Puller è alle prese con un caso anomalo, dai delicati risvolti personali… Il cadavere di sua zia è stato rinvenuto a Paradise, una tranquilla cittadina della Florida, considerata un vero e proprio paradiso in terra dai numerosi turisti che ne affollano le incantevoli spiagge. Mentre la polizia locale è fermamente convinta che si tratti di uno sfortunato e tragico incidente, il ritrovamento di una lettera dal contenuto misterioso, scritta dalla donna poco prima di morire, rimette le carte in tavola e induce Puller a indagare sulla vicenda. Quello che l’agente speciale scoprirà gli infonderà il sospetto che la morte della zia non sia affatto casuale e che le bellezze naturali di Paradise nascondano una fitta rete di cospirazioni e depistaggi che, se portati a galla, potrebbero condurre a una sconvolgente verità…

“Doppia verità”, firmato Baldacci e portato in Italia da Fanucci Editore, ripropone le avventure di John Puller, agente speciale del Comando dell’esercito degli Stati Uniti, questa volta alle prese con un caso davvero particolare e dai risvolti estremamente personali. Il cadavere di sua zia è stato ritrovato a Paradise, in Florida. «Qui tutto è relativamente nuovo, distintamente di alto livello e pulito, con panorami oceanici da cartolina… un porto pittoresco con barche da pesca che sembrano prese direttamente da u film di Hollywood, ristoranti dall’aspetto elegante, negozi livello Gucci e belle donne».

Mentre la polizia locale classifica la morte come un tragico incidente, il ritrovamento di una lettera lasciata dalla donna, dal contenuto misterioso – che preannuncia che Paradise non è il paradiso che sembra – porterà il protagonista a indagare e scoprire, così, una sconvolgente verità. John Puller è un soldato con il senso della giustizia: un veterano di guerra e il miglior agente speciale del Comando dell’esercito degli Stati Uniti per le indagini penali. Suo fratello, un alto ufficiale dell’esercito, sta scontando una condanna all’ergastolo per tradimento in un carcere militare di massima sicurezza. Mentre il padre, ormai malato, è ricoverato in ospedale.

Arrivato a Paradise, quello che sembrava un semplice incidente conclusosi con la morte della zia, si trasformerà presto in una serie di delitti dai risvolti misteriosi. Cosa succede a Paradise durante la notte? Perché la gente sparisce?

La storia di Puller si intreccia con quella di Mecho, un militare bulgaro, grosso e forte, alla ricerca della sorella, la bellissima Rada, rapita tempo addietro dal suo villaggio. Accanto a loro l’agente Cheryl Landry e il generale Carson. Tutti coinvolti nella stessa vicenda. Tutti con ruoli diversi.

David Baldacci non risparmia nessun colpo di scena, nemmeno il più improbabile. La sua finalità è quella di stupire, spiazzare, complicare le situazioni per renderle avvincenti fino all’inverosimile. Un mix di intrighi e mistero, quasi una specie di action movie, che impedisce di chiudere il libro. Un romanzo incalzante, che affronta temi importanti e più che mai attuali: dalla prostituzione alla scomparsa delle persone alla schiavitù.. «La tratta degli schiavi non è mai stata più redditizia. Sta diventando sempre più popolare, mentre i governi colpiscono droghe e armi. Ti serve della gente per trasportare la droga. Ti servono puttane per rimorchiare i clienti. E ti servono persone per lavorare nei campi e nelle fabbriche. E se non devi pagarli, o non li paghi tanto, è un bene per gli affari».

Un thriller irripetibile, in grado di sorprendere e catturare. E dove il finale preannuncia l’inizio di una nuova avventura targata John Puller.

L’autore

David Baldacci è nato a Richmond, in Virginia, nel 1960. Ha esercitato per nove anni la professione di avvocato a Washington prima di dedicarsi esclusivamente alla scrittura. Autore di 24 romanzi tradotti in 90 Paesi, che hanno venduto circa 110 milioni di copie, David Baldacci è ai primissimi posti nella classifica degli scrittori di maggior successo della storia. Fa inoltre parte del Kindle Million club con un milione di copie vendute in e-book: solo altri nove autori nel mondo hanno raggiunto un risultato simile. Vive a Vienna, in Virginia, con la moglie Michelle e i due figli. Dopo diversi romanzi pubblicati per Arnoldo Mondadori Editore, con L’innocente (2012), primo volume della serie di Will Robie, ha esordito per il marchio Timecrime, per il quale sono usciti anche i romanzi Sotto tiro (2013) e La sfida (2014).

Titolo: Doppia verità

Autore: David Baldacci

Editore: Fanucci Editore

Genere: Thriller

Red Canzian: dopo Sanremo tour in Sicilia

Red Canzian: dopo Sanremo tour in Sicilia

Red Canzian ricomincia dai teatri con il tour “Testimone del tempo”. Lo storico bassista dei Pooh ha scelto il palco del 68° Festival di Sanremo per inaugurare il percorso artistico da solista, con il brano in gara “Ognuno ha il suo racconto” (video https://www.vevo.com/watch/red-canzian/ognuno-ha-il-suo-racconto-(sanremo-2018)/IT7ZU1800001), che anticipa il nuovo album “Testimone del tempo” in uscita il 16 febbraio: 13 brani che riassumono il viaggio della sua carriera, con chiari riferimenti ai suoi inizi all’insegna del rock, e vanta testi firmati da Renato Zero, Ivano Fossati, Enrico Ruggeri, Ermal Meta, Fabio Ilacqua, Vincenzo Incenzo, Gabriele Cannarozzo e Miki Porru. Stasera sul palco di Sanremo, l’atteso duetto con il collega e amico Marco Masini.

Dal vivo in tour nei teatri per due date in Sicilia all’interno della programmazione di PUNTOEACAPO LIVE con la direzione artistica di Nuccio La Ferlita.

MARTEDI 22 MAGGIO AL TEATRO METROPOLITAN DI CATANIA (ore 21) e MERCOLEDI 23 MAGGIO AL TEATRO GOLDEN DI PALERMO (ore 21).

Il tour “Testimone del tempo” è uno spettacolo che racconterà il percorso musicale e la carriera di Red, dai suoi inizi fino ai giorni nostri, arricchito dalle immagini di personaggi e avvenimenti che hanno segnato la storia.  Insieme a lui sul palco ci saranno: Chiara Canzian (vocalist, armonica e percussioni), Phil Mer (batteria, percussioni, piano e direzione musicale), Daniel Bestonzo (pianoforte, tastiere, fisarmonica), Alberto Milani (chitarre elettriche) e Ivan Geronazzo (chitarra elettrica, chitarra acustica e mandola).

«Sarò, in musica, parole e immagini, il testimone del tempo che ho vissuto – presenta così Red Canzian il tour – e in oltre due ore di concerto, attraverserò tutta la musica che ha accompagnato la mia vita, e non solo la mia. Un viaggio che inizia negli anni ’50 con il rock ‘n roll, per passare poi al beat, al prog, alla grande canzone d’autore, ai Pooh, alle mie canzoni».

NOTE SULL’ARTISTA

Red Canzian inizia la sua carriera musicale con la band rock prog Capsicum Red, in cui milita per tre anni, fino a quando, nel 1973, non si unisce ai Pooh come bassista. Insieme a loro percorre e segna 50 anni di storia della musica italiana, vincendo inoltre nel 1990 il Festival di Sanremo con il brano “Uomini Soli”. Con i Pooh, firma alcuni dei più grandi successi che hanno segnato intere generazioni e nel 2016 è tra i protagonisti della reunion per celebrare i 50 anni di storia della band. Nel 2018 torna con un grande e importante progetto solista che lo vede riabbracciare le sue origini rock!

 PREVENDITE DISPONIBILI SU WWW.PUNTOEACAPO.UNO

Man Red

Dopo il successo de “L’assassino americano”, torna la saga di Mitch Rapp con “Colpo mortale” di Vince Flynn, edito da Fanucci. Un thriller dove intrigo e azione sono ai massimi livelli

Dopo il successo de “L’assassino americano”, torna la saga di Mitch Rapp con “Colpo mortale” di Vince Flynn, edito da Fanucci. Un thriller dove intrigo e azione sono ai massimi livelli

I libri contengono l’anima. E questa frase si addice perfettamente a Vince Flynn. I suoi libri sono diventati, infatti, il suo testamento. «Da un po’ di tempo a questa parte, mi piace dire di voler passare tutta la vita con un solo agente, un solo editor, un solo editore e una sola moglie. Amo lavorare con le persone che ammiro e di cui mi fido, e mi piace la stabilità. Quando scopri di avere un tumore, questa filosofia assume un significato ancora più profondo. Invece di affrontare i momenti più spaventosi della tua vita da solo, ti ritrovi circondato da persone a cui tieni e che tengono a te».

Con “L’assassino americano”, da cui è stato tratto il  film “American Assassins” per la regia di Michael Cuesta, Flynn è diventato autore bestsellers e oggi i suoi libri vengono venduti in tutto il mondo. “Colpo mortale” è il secondo episodio della saga di Mich Rapp.


 

Mitch Rapp ha perso la donna che amava nell’attacco terroristico di Lockerbie. Da allora la Cia ha trasformato la sua sete di giustizia in determinazione, addestrandolo e facendo di lui la più letale delle armi. Deciso a eliminare, uomo dopo uomo, la rete di colpevoli responsabile dell’attentato, Rapp sembra inarrestabile. Il prossimo obiettivo si nasconde a Parigi, ma nel momento stesso in cui il proiettile lascia la pistola di Mitch, una trappola gli si serra attorno: il mattino dopo, nove cadaveri, tra cui quello di un importante ministro libico, vengono ritrovati in un lussuoso hotel di Parigi. Si sfiora la crisi internazionale e la Cia non ha altra scelta che negare ogni responsabilità e sperare che Rapp si faccia da parte. Non solo: in molti ormai preferiscono la sua morte piuttosto che l’arresto in Francia. Ma i suoi nemici si accorgeranno presto che niente è più pericoloso di un Mitch Rapp ferito e messo all’angolo.

E’ questa la trama di “Colpo mortale” scritto a quattro mani da Vince Flynn ed edito da Fanucci Editore nella collana TIME CRIME.

Mitch Rapp è adesso un agente sotto copertura della Cia con il compito di uccidere personaggi scomodi e prevenire gli attacchi terroristici stranieri. Ma qualcosa stavolta non va per il verso giusto: nove cadaveri, tra cui il ministro delle Risorse petrolifere libico, una prostituta e quattro guardie del corpo sono state trovate uccise in un lussuoso hotel di Parigi. E, come se non bastasse, Rapp è stato ferito. «Era la prima volta che Rapp veniva colpito da un’arma da fuoco, ma non c’era bisogno di provare l’esperienza per capir cosa fosse successo».

Ritorna la super spia Mitch Rapp, stavolta nelle vesti di spietato assassino della CIA, alle prese con un caso più grande di lui, una vera e propria trappola dalla quale dovrà riuscire a scappare. In questo nuovo episodio, a differenza del precedente “L’assassino americano” (sempre pubblicato da Fanucci Editore) ritroviamo un uomo diverso, dai tratti più umani e fragili e sentimentalmente coinvolto dalla bella Greta.

«Quando Rapp si svegliò, un’ora e quaranta minuti dopo, fissò senza battere ciglio il soffitto. Non aveva la vista sfocata, né era confuso su dove si trovasse o che ora fosse. Si sentiva vivo e sveglio e rilassato allo stesso tempo. Greta riusciva a fargli provare tutto questo».

Perché qualcosa, adesso, in Mitch Rapp, è cambiata. Un nuovo capitolo pieno di azione, doppio gioco e follia omicida, una fitta rete intrecciata dove tutto si svolge alla velocità della luce, in maniera frenetica.

Un romanzo dal ritmo serrato, incalzante, scritto in maniera sapiente da Vince Flynn, capace come pochi a catapultare il lettore nel rocambolesco mondo dello spionaggio fatto di intrecci, killer spietati, doppiogiochisti, terrorismo e tanta suspense, dove protagonista assoluto è Mitch Rapp. La spia buona che punisce e castiga. Un eroe buono che, per certi versi, ricorda un po’ James Bond. La scrittura risulta convincente, moderna, e riesce a catturare sin dalla prima pagina. Azione senza tregua, con un susseguirsi di colpi di scena e lampi di genio che rendono il tutto molto coinvolgente. Un thriller irripetibile, in grado di sorprendere, appassionare e catturare. E dove il finale diventa l’inizio di una nuova avventura.

«Stranamente, si sentì libero come non si sentiva più da due anni a questa parte. Non aveva nessuno a cui rendere conto, e nessun posto dove andare nel prossimo futuro. Avrebbe preso un treno e poi un aereo e sarebbe sparito per qualche mese. Avrebbe visto com’era cercare di condurre una vita normale. Scese assieme alle altre persone la scalinata della metropolitana. Quando giunse sul binario, si rese conto che le sue erano soltanto pie illusioni. Sarebbe tornato, se loro avessero voluto. Lui non era come le altre persone, e non lo sarebbe mai stato. Lo avevano cambiato per sempre».

L’autore:

Quinto di sette figli, Vince Flynn (Saint Paul, Minnesota, 1966-2013) decide di dedicarsi alla scrittura dopo una breve carriera come account e specialista in marketing, e un tentativo di arruolarsi nei marines. Di questo autore Fanucci Editore ha pubblicato anche Colpo mortale, del quale è prevista una nuova edizione a novembre 2017. Da L’assassino americano, primo libro della serie di Mitch Rapp con la quale Flynn è subito diventato un autore best seller del New York Times, è stato tratto il film American Assassin, distribuito da Lionsgate, per la regia di Michael Cuesta, in uscita nelle sale italiane il 23 novembre.

 

Titolo: Colpo mortale

Autore: Vince Flynn

Editore: Fanucci Editore

Genere: Thriller

“Il silenzio uccide” di Dean Koontz, edito da Fanucci. Adrenalina, suspense e colpi di scena: questi gli ingredienti del nuovo romanzo che ha per protagonista un’ex agente dell’F.B.I

“Il silenzio uccide” di Dean Koontz, edito da Fanucci. Adrenalina, suspense e colpi di scena: questi gli ingredienti del nuovo romanzo che ha per protagonista un’ex agente dell’F.B.I

Jane Hawk ha perso tutto ciò che aveva di più caro: suo marito. Ora, il dolore, la paura e la furia le impongono di cercare la verità. Il numero dei suicidi di persone apparentemente felici e realizzate è in aumento e Jane vuole capirne il motivo, diventando la fuggitiva più ricercata d’America. I suoi nemici, però, custodiscono un segreto terrificante, e sono pronti a far fuori chiunque intralci il loro cammino. Ma questo non basta per fermare una donna intelligente e coraggiosa come Jane, guidata oltretutto da una rabbia nata dall’amore che loro non possono comprendere…

E’ questa la trama di “Il silenzio uccide” scritto a quattro mani da Dean Koontz ed edito da Fanucci Editore nella collana TIME CRIME.

Jane Hawk, ex agente dell’F.B.I., è un personaggio nuovo, accattivante, tutto da esplorare. Una donna cocciuta che permea in sé l’intero romanzo. Sconvolta dall’inspiegabile suicidio del marito, un marine pluridecorato, e da quello di una coppia di amici, Jane  non vuole credere alle apparenze  e, convinta che invece si tratti di omicidio, comincia ad indagare su una serie di suicidi sospetti che stanno avvenendo negli Stati Uniti, tutti in maniera inconsueta e, soprattutto, senza una motivazione. Attraverso ricerche minuziose, rischiando più volte la vita, Jane riuscirà, grazie alla sua esperienza di agente dell’F.B.I., a risolvere il caso, portando alla luce una verità sconcertante: una rete criminale di scienziati, con la complicità di schiere deviate di federali, riesce a programmare, tramite l’impianto cerebrale di frammenti molecolari artificiali (iniettati direttamente in vena), i comportamenti di potenziali vittime, spingendoli all’omicidio e al suicidio.

Davvero una bella sorpresa questo autore, portato in Italia da Fanucci Editore.

Un romanzo dal ritmo serrato che cattura sin dalla prima pagina attraverso una scrittura scorrevole e convincente, priva di pause e fronzoli stilistici. Azione senza tregua, con un susseguirsi di colpi di scena e lampi di genio che rendono il tutto molto coinvolgente. Un thriller che diventa un vero e proprio rompicapo, originale e a tratti fuorviante, in grado di sorprendere e catturare, con un finale rocambolesco e aperto: se da un lato l’eroina riuscirà nella sua impresa, dall’altro, invece, resterà in bilico la sua vicenda familiare.

Riuscirà Jane a riabbracciare suo figlio? Riuscirà a non farsi catturare?

Questi gli interrogativi che avranno risposta solo nel prossimo episodio della serie che si preannuncia già un successo.

L’autore:

Dean Koontz, classe 1945, è autore di thriller di successo. Nato e cresciuto in Pennsylvania, attualmente vive in California insieme a sua moglie e due cani. Per tanti anni è stato insegnate di inglese in una scuola superiore, prima di dedicarsi alla scrittura, pubblicando nel 1968 il suo primo romanzo: Jumbo-10. Il Rinnegato. Con più di 120 titoli all’attivo e oltre 500 milioni di copie vendute, Dean Koontz è considerato uno dei maestri del genere thriller. Da Il silenzio uccide, con cui fa il suo ingresso nel catalogo Timecrime, presto una serie tv prodotta da Paramount Television e Anonymous Content.

Titolo: Il silenzio uccide

Autore: Dean Koontz

Editore: Fanucci Editore

Genere: Thriller

Mario Venuti domenica in concerto a Palermo e il 6 gennaio ospite del tradizionale concerto dell’Epifania su Rai Uno.

Mario Venuti domenica in concerto a Palermo e il 6 gennaio ospite del tradizionale concerto dell’Epifania su Rai Uno.

Mario Venuti inaugurerà il nuovo anno con un concerto nella “sua Palermo”, città a cui è particolarmente legato per i trascorsi artistici che lo hanno visto spesso collaborare con la realtà musicale e teatrale del territorio. Il concerto pomeridiano di domenica 7 gennaio al Teatro Golden (ingresso gratuito) – promosso dal Comune di Palermo tra gli eventi augurali di alto prestigio offerti alla città – concluderà il lungo periodo di festività legate al Natale e al nuovo anno: per agevolare i rientri serali e la ripresa delle attività lavorative si è deciso di organizzare il concerto nel pomeriggio alle ore 18:30.

In occasione del concerto Mario Venuti con la sua Band eseguirà i grandi successi e i brani dell’ultimo disco di inediti “Motore di Vita” che lo ha riproposto alla ribalta del panorama musicale nazionale, contente successi come “Caduto dalle stelle”, divenuta una hit radiofonica e l’ultimo singolo in radio “Lasciati amare”. Il concerto di Palermo è di certo il miglior modo di augurare che il 2018 sia “un motore di vita” per tutti.

Mario Venuti, sabato 6 gennaio, sarà ospite del tradizionale concerto dell’Epifania, in onda su rai Uno alle ore 9.35. Giunto alla XXXIII edizione, il concerto dell’Epifania vedrà l’alternarsi di artisti italiani e internazionali, che si esibiranno dal vivo accompagnati dall’Orchestra Partenopea di Santa Chiara e diretta dal M.° Renato Serio. La manifestazione ideata e promossa dall’associazione Oltre il Chiostro Onlus sarà ospitata al Teatro Mediterraneo di Napoli dalla Mostra d’Oltremare, e legata al progetto di raccolta fondi “Restaura LA NOVA”.

MOTORE DI VITA” (Microclima-Puntoeacapo/Believe Digital) è un album composto da 12 tracce, prodotto artisticamente da Mario Venuti insieme a Seba. Il disco vanta anche la collaborazione artistica di Kaballà e la presenza del batterista jazz e arrangiatore ritmico Luca Scorziello, che ha curato le percussioni del brano “Caduto dalle stelle”, scritto da Venuti e Kaballà e attualmente in rotazione radiofonica.

«Abbandonati i temi sociologici de “Il tramonto dell’Occidente”, sentivo il bisogno di riscoprire il mio lato più terreno e sensuale – così Mario Venuti racconta il nuovo album – MOTORE DI VITA riguarda il corpo, che si riscopre nella danza (“Caduto dalle stelle”) e nei sapori (“Conservare in luogo fresco”), nella percezione della musica e dell’amore (“Lasciati amare”), nelle meraviglie del viaggio e del creato (“Tutto questo mare”), nella consapevolezza che ognuno di noi ha il potere di dare un carattere al mondo (“Spirito del mondo”). Tutto il disco emana un umore disteso e positivo, senza dare spazio a forme di autocommiserazione, al contrario, suona come un ripetuto GRAZIE per gli immensi doni che la vita può donarci».

Questa la tracklist dell’album “Motore di Vita”: “Conservare in luogo fresco”; “Caduto dalle stelle”; “La prima volta”; “Lasciati amare”; “Motore di vita”; “Spirito del mondo”; “Tutto questo mare”; “Se avessi altro amore”; “Non è peccato”; “Fuorimondo shop”; “Alza un po’ il volume”; “I peccati della luna”.

 

Note sull’autore:

Mario Venuti, cantautore e chitarrista catanese, inizia la sua carriera negli anni ’80 con la band “Denovo”. Dopo otto anni intraprende la carriera da solista e nel 1994 pubblica il suo primo disco da solista “Un po’ di febbre” e nel 1996 il secondo album “Microclima”. Nel 1997 partecipa a Sanremo Giovani con il brano “Il più bravo del reame”, pleludio del disco “Mai come ieri” che ottiene un grande successo di pubblico e critica. A gennaio del 2003 pubblica l’album “Grandimprese”, anticipato dal singolo “Veramente”. Nel 2004 con il brano “Crudele”, Mario Venuti, riceve a Sanremo il Premio della Critica e il Premio Radio e Tv. Nel 2005 esce il disco “Magneti”, mentre nella 56esima edizione del Festival di Sanremo porta, insieme agli Arancia Sonora, il brano “Un altro posto nel mondo”. Segue una tournée di un anno che sfocia nella pubblicazione dell’antologia “L’officina del fantastico” che ripercorre quattordici anni di successi del cantautore catanese e che viene presentato al Festival di Sanremo del 2008 con l’inedito “A ferro e fuoco”. Nell’ottobre 2009 pubblica l’album di inediti “Recidivo”. Nel 2011 Mario si esibisce in concerti acustici, senza accompagnatori sul palco, in tutta Italia. Nel 2012, anticipato in radio dal singolo “Quello che ci manca”, pubblica il suo settimo album da solista, “L’ultimo romantico” e nel 2014 esce con il suo ottavo disco da solista “Il tramonto dell’occidente”, un concept-album scritto a sei mani, con Kaballà e Francesco Bianconi. Nel 2016 decide di rivisitare con gli Urban Fabula in chiave Jazz i classici della canzone italiana e internazionale e canzoni del proprio repertorio, dando vita al progetto Mario Meets Jazz. Quest’anno in primavera ha pubblicato il suo nuovo album “Motore di vita”, prodotto artisticamente da Mario Venuti insieme a Seba. Il disco vanta anche la collaborazione artistica di Kaballà e la presenza del batterista jazz e arrangiatore ritmico Luca Scorziello. Tutto il disco emana un umore disteso e positivo e suona come un ripetuto GRAZIE per gli immensi doni che la vita può donarci. Attualmente è in rotazione radiofonica il brano “Lasciati amare”, tratto da “Motore di vita”.

Close