Jamie Cureton. Un nome che a molti appassionati di calcio non dirà più di tanto; eppure l’attaccante dell’Eastleigh (militante nella National League inglese) si è da poco reso protagonista di un’impresa realmente eccezionale.

Con 41 primavere sulle spalle, il buon Jamie non ne vuole proprio sapere di appendere le scarpette al chiodo e lo scorso settembre ha scelto il proprio sedicesimo club in carriera: l’Eastleigh, per l’appunto.

Si pensava ad un acquisto utile più che altro per fornire esperienza ai ragazzi più giovani nella squadra e per aiutare il tecnico a gestire lo spogliatoio. Nulla di più sbagliato.

Cureton è ancora un calciatore vivo e lo ha dimostrato nella sfida della scorsa settimana contro il Torquay, in cui ha realizzato la rete di apertura in una sfida terminata poi 3-0 per i suoi. Una storia pazzesca.

Mi è bastato avere pazienza per alcune settimane ed attendere il mio turno. Sapevo che non avrei fallito”, queste le parole cariche di orgoglio dell’ex bomber (tra gli altri) dei ‘canarini’ del Norwich.

“Spero di essermi riuscito a guadagnare la riconferma anche per i mesi a venire dato che questo è stato il mio unico desiderio sin da quando ho firmato per l’Eastleigh il mese passato.”

Cureton, che si è affermato negli anni precedenti con le maglie di Bristol Rovers, Reading e QPR dopo aver lasciato il Norwich, sarà protagonista con la casacca del suo Eastleigh anche nel primo turno di FA Cup. L’avversario sarà lo Swindon Town (ex squadra di Paolo Di Canio in versione allenatore), neppure a dirlo un altro dei vecchi club in cui il caro Jamie ha trascorso la sua longeva carriera.

Credo in me stesso e nelle mie qualità. So quello che posso ancora dare e sono convinto che se scenderò in campo potrò segnare ancora.

Che altro aggiungere, good luck Jamie!

Close