In occasione dei suoi 41 anni e della prima stagione in cui non lo vediamo calcare i campi, abbiamo raccolto 10 (più una) definizioni su Francesco Totti da parte di campioni indiscussi del calcio e non solo.

“Francesco mi è piaciuto subito. Non solo come calciatore ma anche come persona. È un fenomeno, giocatore raro. Sembra quasi che quando è nato, il Padreterno gli abbia detto: vai giù e gioca a pallone e basta. E lui ha fatto quello che gli è stato ordinato” –  Gigi RIva.

“Francesco Totti il calciatore più forte che ho visto nella mia vita! Sei il Re di Roma” – Diego Armando Maradona

“È il miglior giocatore del mondo, nonostante la sua sfortuna” – Pelè

“Caro Totti, capisco le necessità professionali, ma io non avrei chiesto scusa a nessuno. Erano tre ore che quel danese la prendeva a gomitate, pedate, stincate. Pur non essendo una tifosa di calcio, guardavo ed ho visto tutto. Con sdegno. Unico dissenso: io avrei tirato un cazzotto nei denti e una ginocchiata non le dico dove. Stia bene, dunque, non si rimproveri ed abbia le più vive congratulazioni”. – Oriana Fallaci

“Ho voglia di rivedere il mio amico Francesco Totti, visto che non risponde ai miei SMS. Anche se fa le pubblicità in inglese, lui in realtà non sa parlarlo, e su questa cosa lo prenderò in giro molto.” – Roger Federer

“Ci sono molti ottimi giocatori in Italia, ma l’unico che volevo al Bayern Monaco è Francesco Totti. Lo conosco bene e merita di vincere il Pallone d’Oro” – Franz Beckenbauer

“Quando ero giovane guardavo il campionato italiano, e il mio sogno era diventare come Francesco Totti” (Philipp Lahm)

“Ho speso molti soldi nella mia vita per costruire una squadra forte come il Real Madrid, ma il mio desiderio è sempre stato quello di comprare Francesco Totti. Sfortunatamente è impossibile, perché lui è sempre voluto rimanere nella sua squadra e nella sua città”  – Florentino Perez

“Totti è la cosa più vicina a Dio in una squadra di calcio”.  – John Arne Rise

“Totti è un artista del calcio, un vero numero 10” – Michel Platini

Extra: Chiudiamo con le dichiarazioni di chi Totti l’ha sempre vissuto come un fratello maggiore e che da domani prenderà il suo posto e la sua fascia continuando la tradizione di Capitano romano e romanista che dura ormai da tempo immemore. Daniele De Rossi, mai banale e sempre molto lucido.

“Stare accanto a lui per un’intera carriera, a quello che verrà ricordato come il giocatore più grande della storia non è normale. In questa città, che è un po’ strana, qualcuno ha provato a raccontare la storia di me e di lui contro, per dare forza alle sue tesi. Ma sono solo  maiali col microfono e restano maiali col microfono” – Daniele De Rossi

Foto: David Diehl 

 

Close