in copertina

in primo piano

Salti Immortali sulla striscia di Gaza

“Ed egli imparò a volare. Scoprì che erano la noia e la paura e la rabbia a render così breve la vita di un gabbiano”. Volteggiano nell'aria come aquiloni. Corrono, si arrampicano, scalano, saltano dai resti di un edificio all'altro di questo non luogo dove il rumore...

Carlos Caszely, il calciatore che sfidò Pinochet

Correva l’anno 1973 e la storia del Cile era appena stata cambiata dal colpo di Stato del generale Augusto Pinochet. Il presidente socialista Salvador Allende aveva pronunciato via radio il suo ultimo discorso preparando il popolo cileno al cambiamento in atto. La...

E lucevan le stelle: la Sinfonia di Elio De Angelis

«CE L’HA FATTA!!» esclamò al microfono Mario Poltronieri quando lo vide tagliare il traguardo del Gran Premio d’Austria. Elio De Angelis aveva vinto la sua prima gara in Formula-1. Era il 15 agosto 1982 e a Zeltweg, sul vecchio e storico Österreichring, quasi sei...

Calciomancato: quando Messi stava per andare al Como

Oggi, insieme a Cristiano Ronaldo, è unanimemente riconosciuto come il calciatore più forte in attività. Qualcuno porta avanti anche paragoni con l'altro grande argentino della storia del football, 'El Pibe de Oro' Diego Armando Maradona, ritenendo che si tratti...

Lev Yashin, storia dell’invincibile Ragno Nero

Scorrendo l'albo dei vincitori del Pallone d'oro, si legge il nome di un solo portiere: Yashin, anno 1963. Per tutti era il Ragno Nero, per via di quella uniforme scura che indossava e di quelle braccia lunghe dotate di mani magnetiche in grado di rendere la porta...

i nostri blogger

L’INCHIESTA

il video del giorno

L’INTERVISTA

SOTTO AI RIFLETTORI

calcio

basket

tennis

Yannick Hanfmann, il laureato

Il mondo del professionismo è spietato e spesso non perdona. Se perdi il treno giusto poi, difficilmente riesci a risalire e raggiungere quel famigerato sogno di confrontarti con i migliori al mondo. Yannick Hanfmann, smentisce questa teoria e dimostra che con...

MOTORI